Natura & Cultura

Ambiente, storia e tradizioni del Padule di Fucecchio e dintorni

Marzo-giugno 2018

 

Nell’ambito del progetto “Natura & Cultura - Ambiente, storia e tradizioni del Padule di Fucecchio e dintorni” è in programma da marzo a giugno un ciclo di incontri con esperti sull'ambiente, la storia e le tradizioni locali della Valdinievole.
Il progetto, nato dalla collaborazione fra il Centro RDP Padule di Fucecchio e il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme,  è finanziato dalla Fondazione CARIPT sul bando 2017 “Eventi e attività culturali” con il cofinanziamento del Comune di Monsummano Terme.
Gli incontri si terranno presso il Centro Visite della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, a Castelmartini, e presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme.
Nell’ambito del progetto è prevista anche la mostra fotografica “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano” che rimarrà allestita dal 24 marzo al 9 settembre 2018 presso il Museo e verrà poi esposta al Centro Visite e in altre sedi itineranti.
Per informazioni: Museo della Città e del Territorio TEL. 0572/959500–954463, email  museoterritorio@comune.monsummano-terme.pt.it; Centro RDP Padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it

 

scarica la locandina degli incontri

 

PROSSIMI INCONTRI

Le piante acquatiche in pericolo critico di estinzione: la situazione nel comprensorio del Padule di Fucecchio e le attività di conservazione messe in atto dal Centro RDP.
Con Lorenzo Lastrucci e Alessio Bartolini - Sabato 10 marzo 2018, ore 16 al Centro Visite
Le piante acquatiche, o idrofite, sono nel loro complesso il gruppo di organismi più a rischio della flora delle zone umide d'acqua dolce, e in questo senso il Padule di Fucecchio e le aree umide ad esso collegate (Lago di Sibolla e Vallini delle Cerbaie) non fanno eccezione.
Le distese galleggianti di ninfee sono quasi ovunque scomparse e la stessa sorte è toccata alle praterie sommerse che un tempo non remoto occupavano vari strati della colonna d'acqua della palude.
Questo incontro ci porta nel mondo affascinante e per lo più sconosciuto delle idrofite, dei loro molteplici adattamenti evolutivi e del loro stato critico di conservazione.
Il Dr. Alessio Bartolini del Centro RDP del Padule di Fucecchio illustrerà le attività svolte dal Centro per scongiurare l'estinzione su scala locale (che per molte specie significa anche estinzione su scala regionale) di alcune idrofite e le attività di monitoraggio dei siti dove esse risultano ancora presenti.
Il Dr. Lorenzo Lastrucci del Dipartimento di Biologia dell'Università di Firenze fornirà in chiave divulgativa un quadro generale dell'argomento trattato. Anche se non si tratta di idrofite, il Dr. Lastrucci potrà anche aggiornarci sullo stato dell'arte degli studi effettuati per comprendere le cause del cosiddetto "die back" dei canneti a Phragmites australis, la patologia che sta portando alla scomparsa del canneto in tutta Europa; Lastrucci intatti fa parte del gruppo di botanici che studiano questo fenomeno in Italia, monitorando anche il Padule di Fucecchio.
 
Inaugurazione della mostra “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.
Sabato 24 marzo 2018, ore 16 al Museo
Il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme e il Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus organizzano la mostra fotografica “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.
Il Padule di Fucecchio, se pur ampiamente ridotto rispetto all'antico lago-padule che un tempo occupava gran parte della Valdinievole meridionale, rappresenta tuttora la più grande palude interna italiana.
Il valore di quest’area, che offre al visitatore paesaggi di grande suggestione ed ospita rare specie di flora e fauna, è incrementato anche dalla sua contiguità con altre zone di grande pregio ambientale come il Montalbano.
La mostra è costituita da trenta immagini di grande formato di Gino Santini e Paolo Caciagli che mostrano le “gemme” del Padule di Fucecchio e del Montalbano: gli uccelli della palude ed i fiori più caratteristici delle colline.
Le fotografie saranno accompagnate da un breve testo divulgativo che ne consentirà la fruizione da parte delle classi scolastiche, oltre che dei numerosi turisti attesi per la terza edizione dell’Open Week della Valdinievole.
L’inaugurazione è prevista per sabato 24 marzo alle ore 16 presso il Museo della Città e del Territorio, dopo di che la mostra sarà visitabile negli orari di apertura e in occasione delle aperture straordinarie fino al 9 settembre 2018.
Per informazioni sulla mostra e sugli orari di visita: Museo della Città e del Territorio 0572 959500 – 954463 museoterritorio@comune.monsummano-terme.pt.it.
 
Sala, sarello e biodo: la lavorazione tradizionale delle erbe palustri nel Padule di Fucecchio.
Con Matteo Vescovi - Sabato 7 aprile 2018, ore 16, al Centro Visite

L’incontro, che si svolge presso il Centro Visite di Castelmartini, ripropone l'attività di intreccio delle erbe del Padule di Fucecchio, che è stata nei secoli passati una importante risorsa per tutti gli abitanti della Valdinievole.
Le piante palustri venivano impiegate sia per l'allevamento del bestiame che per la realizzazione di manufatti di uso domestico: un ruolo di particolare importanza aveva la Grande carice, conosciuta localmente come "sarello".
Il laboratorio inizia con una presentazione introduttiva con visita agli spazi dedicati nel Centro Visite, poi ci si cimenta in un'attività pratica di intreccio rivivendo per una giornata l'esperienza degli artigiani delle erbe palustri di una volta.
 
    
Miti e leggende del territorio della Valdinievole.
Con Andrea Innocenti e Giampiero Giampieri
Sabato 14 a prile 2018, ore 16 al Museo
Questo incontro è un viaggio virtuale nel territorio della Valdinievole, dove miti e leggende ci raccontano di episodi e vicende che si originano in un passato in cui la storia si confonde e i documenti storici si frammentano.
I relatori Giampiero Giampieri e Andrea innocenti ci accompagneranno alla scoperta di monoliti enigmatici, alberi secolare, grotte nascoste e chiese dimenticate, ascoltando la voce di fate ingannatrici, di santi misericordiosi e di sinistri demoni.
Racconteranno delle "ginocchiate di Santa Barbara", dei due massi del diavolo, della Pievaccia, delle origini di alcuni toponimi (Buggiano, Femminamorta, Montecatini, Monsummano) e molto altro.
Protagonisti saranno i fatti e le  figure più intriganti della storia locale, dall’antichità all'età moderna: i personaggi storici che qui hanno combattuto, vissuto, o che hanno percorso le nostre strade (Annibale, Catilina, Napoleone), la Battaglia di Montecatini e la lunga lotta tra Longobardi e Bizantini.
Sarà davvero un viaggio affascinante alla scoperta delle radici più profonde della Valdinievole.
L’incontro, ad ingresso libero, si terrà presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme, dove è esposta anche la bella mostra fotografica “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.
Per informazioni: Museo della Città e del Territorio tel. 0572/959500–954463, email  museoterritorio@comune.monsummano-terme.pt.it; Centro RDP Padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it
 
La caccia e la pesca nel Padule di Fucecchio. Ambiente, storia, tradizioni.
Con Alberto Malvolti e Massimo Damiani
Sabato 21 aprile 2018, ore 16 al Centro Visite

Fin dal primo Medioevo sono reperibili notizie sulle due principali attività tradizionali che hanno segnato la storia del Padule di Fucecchio: la caccia e la pesca.
Si è trattato, nei tempi più remoti, di pratiche strettamente legate tra loro che richiedevano una particolare conoscenza del territorio, delle abitudini degli animali e di tutti i congegni che venivano utilizzati nell’esercizio di entrambe le attività.
La pesca aveva dato infatti luogo a un’ampia varietà di tecniche, con l’uso di reti, lenze, altri “ingegni” e di postazioni fisse, che erano certamente le più produttive.
La caccia era praticata, oltre che in appositi spazi all’interno del bacino palustre, soprattutto sulle rive della Gusciana e sulle alture prospicienti il Padule.
L’esercizio di queste attività e le norme che le regolavano avevano influenzato profondamente le attitudini, la cultura e la quotidianità delle popolazioni che vivevano nei centri rivieraschi.
L’incontro intende delineare una sintetica storia del rapporto tra uomo e ambiente nel Padule di Fucecchio alla luce di queste pratiche.
 
La vegetazione del Colle di Monsummano: un angolo di Mediterraneo nella Toscana interna.
Con Alessio Bartolini
Sabato 28 aprile 2018, ore 16 al Museo della Città e del Territorio
Durante l’incontro il relatore Alessio Bartolini del Centro RDP Padule di Fucecchio ci condurrà alla scoperta della flora e della vegetazione del Colle di Monsummano, che presentano caratteristiche che lo differenziano nettamente dagli altri rilievi del Montalbano.
L’orogenesi e la natura geologica del Colle vedono l’affioramento su ampie parti del rilievo di substrati rocciosi ascrivibili alla cosiddetta “serie toscana” delle deposizioni calcaree.
La presenza di macchia di sclerofille sempreverdi e di altre espressioni della vegetazione mediterranea è infatti riconducibile alle caratteristiche edafiche del Colle.
L’incontro prevede una descrizione delle varie tipologie di vegetazione ed una presentazione degli elementi floristici più caratteristici della steppa, della gariga, della macchia e del bosco, associate ad una trattazione dei motivi di origine antropica per i quali è possibile incontrare nello spazio di poche decine di ettari tutti questi habitat.
Una nota particolare sarà dedicata alle numerose orchidee spontanee che vegetano sul Colle di Monsummano: anche in questo caso saranno presentate le specie più caratteristiche.
Infine sarà fatto un cenno anche alla fauna, con particolare riferimento agli uccelli rupicoli, che sfruttano la presenza di pareti artificiali derivate da pregresse attività estrattive, ed ai passeriformi legati alla macchia mediterranea.
L’incontro, ad ingresso libero, si terrà presso il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme; i partecipanti potranno anche visitare gratuitamente la mostra fotografica in corso “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.  
 
 


PROGRAMMA COMPLETO DEGLI INCONTRI

Le piante acquatiche in pericolo critico di estinzione: la situazione nel comprensorio del Padule di Fucecchio e le attività di conservazione messe in atto dal Centro RDP.
Con Lorenzo Lastrucci e Alessio Bartolini
Sabato 10 marzo 2018, ore 16 al Centro Visite

Inaugurazione della mostra “Natura in Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.
Sabato 24 marzo 2018, ore 16 al Museo

Sala, sarello e biodo: la lavorazione tradizionale delle erbe palustri nel Padule di Fucecchio.
Con Matteo Vescovi
Sabato 7 aprile 2018, ore 16, al Centro Visite

Miti e leggende del territorio della Valdinievole.
Con Andrea Innocenti e Giampiero Giampieri
Sabato 14 aprile 2018, ore 16 al Museo


La caccia e la pesca nel Padule di Fucecchio. Ambiente, storia, tradizioni.
Con Alberto Malvolti e Massimo Damiani
Sabato 21 aprile 2018, ore 16 al Centro Visite

La vegetazione del Colle di Monsummano: un angolo di Mediterraneo nella Toscana interna.
Con Alessio Bartolini
Sabato 28 aprile 2018, ore 16 al Museo della Città e del Territorio

I rapaci diurni del Padule di Fucecchio e del Montalbano.
Con Giorgio Paesani
Sabato 5 maggio 2018, ore 16 al Centro Visite

Cucina popolare e tradizionale legata al Padule di Fucecchio.
Con Giuliano Calvetti e Marco De Martin Mazzalon
Sabato 12 maggio 2018, ore 16 al Museo

Aironi, ibis e cicogne: un successo delle attività di conservazione.
Con Enrico Zarri e Alessio Bartolini
Sabato 19 maggio 2018, ore 16 al Museo

Le farfalle rare del Padule di Fucecchio: strategie adattative che generano bellezza.
Con Leonardo Dapporto e Andrea Costa
Sabato 26 maggio 2018, ore 16 al Centro Visite

Eccidio del Padule di Fucecchio: il monumento di Castelmartini e i luoghi della Memoria.
Con Leonardo Giovanni Terreni
Sabato 9 giugno 2018, ore 16 al Centro Visite

 

CON IL CONTRIBUTO DI

 
Ophrys apifera (foto Paolo Caciagli)